MENU

Arredare Senza Confini Mobili Etnici Da Cina Tibet

ARREDARE SENZA CONFINI MOBILI ETNICI DA CINA TIBET - Montemurlo (PO)

35
1
Archisio - Arredare Senza Confini Mobili Etnici Da Cina Tibet - Progetto ARREDARE SENZA CONFINI MOBILI ETNICI DA CINA TIBET
Benvenuto alla nostra esposizione on line di mobilia asiatica esotica dagli armadietti antichi cinesi agli sgabelli da giardino di ceramica ed agli arredi domestici etnici. Dal 1998, la collezione di arredare senza confini ha viaggiato in cina selezionando pezzi di mobili antichi cinesi per la tutta la strada della seta "collezione". La nostra collezione di accessori etnici orientali di magnifici reperti provenienti dalla cina, per lo più antichi, comprende i nostri armadi cinesi in lacca originale , porcellana blu e bianco, articoli laccati, figure sacre e antichi mobili recuperati e restaurati personalmente da noi. Sfoglia le nostre categorie di mobili qua sotto , o selezionare questi link per rari tesori antichi; tavole dell'altare; armadi, buffet e armadietti; sedie, panche e sgabelli; tavoli e scrivanie; pannelli in legno. Per quanto riguarda l'artigianato, essendo la cina un mercato estremamente ricco e fiorente, è impensabile compilare un elenco di tutte le cose che si possono acquistare.abbiamo riportato solo quello che più mi ci ha colpito ed interessato, ma che rappresenta comunque solo una minima parte dell'antiquariato cinese. Curiosare e visitare i mercatini presenti in molte città è divertente e piacevole; spesso si possono trovare cose vecchie ed oggetti simpatici anche se non sempre realmente antichi. Chi ama i veri oggetti antichi deve assolutamente visitare qualche negozio di antiquariato presente nelle città principali. Sono negozi statali dove non si contratta, ma in cui si è certi dell'autenticità del pezzo, certificata dalla presenza di un sigillo di ceralacca rossa dell'ufficio dei beni culturali. Va detto comunque che gli oggetti più vecchi di 100 anni non sono in vendita. Seta, ricami e maglioni di cashmere La seta è forse il prodotto più famoso della cina: veniva già commercializzata ai tempi dell'impero romano attraverso l'asia, lungo la via della seta. La qualità è ottima e se ne trova di tutti i tipi, dallo shantung, alla seta grezza, alla "crepe de chine". Pechino, shanghai e suzhou sono le città dove vi è forse la maggior scelta. I ricami sono diversi a seconda della regione di provenienza. Quelli realizzati a canton sembrano miniature con motivi estremamente fini. I ricami con "punto pechino" sembrano invece pitture. I maglioni di cashmere sono realizzati con la soffice lana proveniente dalla mongolia interna e sono di ottima qualità con prezzi convenienti. I sigilli In cina il sigillo ha sempre avuto grande importanza: è stato usato come segno di autorità o come marchio di proprietà. Usato come marchio di fabbrica da artisti ed artigiani sulle loro opere, era realizzato con svariati materiali: avorio, giada, bronzo, legno ecc... Un simpatico ricordo può essere l'acquisto di un sigillo su cui farsi incidere il proprio nome o le iniziali (viene realizzato in giornata). Per usarlo occorre acquistare anche lo speciale inchiostro rosso per sigilli. I dipinti su seta La seta è stato il primo materiale su cui gli artisti cinesi del passato hanno realizzato i loro capolavori. La trama deve essere finissima a tal punta da confonderla con la carta anche se oggi molti dipinti vengono eseguiti su quest'ultimo materiale meno costoso. I generi pittorici sono vari: paesaggi, animali, scene con personaggi. Il formato più diffuso è il rotolo, sia verticale, che si appende a parete, sia orizzontale, che si srotola da destra a sinistra. Il rotolo è formato da due cilindri di legno laccato su cui viene fissato il dipinto che è incorniciato da una cornice sempre di seta, generalmente damascata intonata al soggetto dipinto (vedi esempio). I cilindri di legno, oltre che a mantenere con il loro peso la tela tesa, servono per arrotolare il dipinto prima di riporlo. Bellissimi sono i vecchi dipinti realizzati prima della rivoluzione culturale con colori tenui ammorbiditi dal tempo, che rappresentano scene allegoriche con personaggi antichi, animali mitologici e pagode. Spesso il pittore impreziosiva l'opera tracciando con oro o argento elementi decorativi. Cercate dipinti che presentino il sigillo dell'autore e possibilmente la presenza di un brano calligrafico che dà la chiave di lettura dell'opera stessa. Le giade Le giade che i cinesi utilizzano per la creazione di sculture e gioielli sono di tre tipi: la "giadeite", la "nefrite" e la "cloromelanite" che si differenziano fra loro per la colorazioe. Di solito si pensa che la giada sia verde, in realtà può assumere una gran varietà di sfumature, dal bianco all'arancio intenso, dal verde al blu, dal viola al nero. In cina la giada è simbolo di bellezza e preziosità ed è ritenuta anche una protezione contro le malattie e spesso portata appesa al collo. Per un inesperto valutarne qualità e valore è estremamente difficile. I prezzi variano moltissimo: diffidare se i prezzi sono molto bassi. Per acquistare una giada di qualità, collana, braccaletto o scultura si spende molto!. L'avorio Gli oggetti in avorio non si possono importare in italia essendo proibito il commercio di questa materia. Vale comunque la pena visitare un laboratorio artigianale per vedere con quanta maestria i cinesi riescono a realizzare sculture, ventagli ed altri oggetti. Straordinaria per pazienza ed abilità è la creazione delle famose palle multiple che vengono ricavate da un unico blocco di avorio. E' una specialità degli artigiani di canton che riescono a realizzare palle in avorio conteneti fino a 10 sfere una dentro l'altra, liberandole con l'uso di trapani dalle punte speciali. I cloisonnés Non c'è che l'imbarazzo della scelta anche se molti oggetti hanno una qualità modesta poiché prodotti in gran quantità per il turismo. I primi oggetti in cloisonné sono antichissimi poiché il procedimento nacque durante al dinastia degli yuan verso la fine del 1200. Questa tecnica si basa sulla realizzazione di disegni smaltati su oggetti metallici, generalmente in bronzo o rame. In pratica i disegni sono costituiti da sottili striscioline di rame fissate al metallo così da creare delle cellette in rilievo. Le cellette vengono successivamente riempite con smalti colorati in modo da rendere perfettamente liscia la superficie. Le carte ritagliate Chiamate in cinese "jianzhi", sono raffinati lavori di intaglio su sottilissimi fogli di carta di riso. I motivi realizzati sono fra i più vari: fiori, animali, figure di personaggi, paesaggi ed altri ancora. Le carte vengono quindi colorate e a volte sovrapposte a formare più strati. Vedendo questi lavori è difficile dire dove termina l'artigianato e subentra invece l'arte. Le lacche L'arte della lavorazione della lacca è antichissima ed è condivisa fra cinesi e giapponesi. La lacca è un lattice prodotto da un albero il cui nome scientifico è "toxicodendron vernix" che cresce fra i 2.000 ed i 2.500 mt. Di altezza. Il lattice è ottenuto tramite incisioni sul tronco ed a contatto con l'aria si indurisce diventando scuro. Dopo essere stato trattato in modo particolare è pronto all'uso. Gli oggetti in lacca per essere lucenti e resistenti richiedono l'applicazione di numerosi strati di materiale con un lento processo di asciugatura. Anche se in passato la lacca era quasi esclusivamente rossa, oggi si hanno lacche di diversi colori. Molti mobili laccati sono successivamente intagliati o intarsiati con pietre dure. Da acquistare vi sono bellissime scatole di lacca rossa intagliata, oppure scatole sferiche che contengono all'interno numerose altre scatole man mano più piccole.
Tag: mobili antichi cina tibet
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla
Chiedi un preventivo gratuito a Arredare Senza Confini Mobili Etnici Da Cina Tibet